ITA Alias (Il Manifesto), Guido Michelone (jan.2016)

Vincitore dell’ultimo referendum Musica Jazz quale miglior giovane talento, il contrabbassista e bandleader con i suoi Travelers dà vita a un jazz intensissimo con echi post-free e addirittura hard-rock: non a caso l’ultimo standard è una cover dei Led Zeppelin. Gli altri dieci brani dell’album sono composti dallo stesso Bortone per esaltare la compattezza del gruppo, l’originalità timbrica e le improvvisazioni dei singoli. E’ un sound giovane tant’è che Matteo fra gli ispiratori non indica i soliti Parker o Coltrane ma Drew Gress e Charlie Haden per lo strumento e Jim Black e Guillermo Klein per le partiture.