ITA All About Jazz Italia, Maurizio Comandini (jan.2009)

La chitarra elettrica di Miles Okazaki apre senza troppi fronzoli, con pochi scarni accordi, questo album che ci presenta una registrazione effettuata dal vivo nel 2007 del trio guidato dal saxofonista Gaetano Partipilo. L’altro componente del gruppo è il bravo batterista Dan Weiss. Come si diceva, sono pochi accordi rarefatti, ma danno subito il senso di questa musica molto moderna e suggestiva. Nella prosecuzione del concerto gli scenari rimangono piuttosto astratti ma allo stesso tempo la situazione è ben strutturata e i tre danno sempre l’impressione di essere perfettamente allineati e consapevoli.
I sei brani presentati nell’occasione sono per la maggior parte firmati da Partipilo ma non mancano un paio di brani firmati dal chitarrista (autore della title track abbinata ad un Canone di Bach) e dal batterista. Va detto che da un punto di vista della durata temporale sono molto più lunghi di quello che è riportato nelle note di copertina, stranamente poco accurate. Queste composizioni originali sono una bella occasione per questi tre musicisti per dialogare e raccontare scenari variegati, sempre ben ritmati e capaci di tenere desta l’attenzione.
Il leader utilizza anche le risorse del suo laptop per aggiungere qualche piccolo brandello di elettronica, ma senza mai farla diventare protagonista. In generale si può affermare che questo concerto potrebbe tranquillamente ben figurare in qualche club newyorchese e possiamo immaginare il senso di straniamento provocato dalla sua effettiva localizzazione in un paesino in provincia di Lecce, nel caldo agostano. That’s globalization, baby, fix your GPS settings.