ITA Eco di Bergamo, Renato Magni (jan.2017)

Al primo album a suo nome il trombonista veneto s’impone e conquista il primo posto nella classifica Top Jazz nella categoria Nuovo talento italiano. Ingredienti della brillante affermazione un’etichetta che in questi anni ha saputo proporre una precisa linea produttiva volta ad incrociare le nuove proposte del made in Italy; un anomalo trio “europeo” con il francese Yannick Lestra al piano Fender e al synth bass e il batterista ungherese Attila Gyarfas; una musica materica e timbrica, incentrata sul protagonismo dello strumento del leader, in libera uscita dai perimetri del jazz, in bilico tra suono elettrico e suono acustico.