ITA ilDiapasonBlog, Alessandro Nobis (aug.2017)

Palesemente – e dichiaratamente – ispirato dalle opere del pittore austriaco Schiele (1890 – 1918), prima folgorato dall’esperienza di Klimt ed in seguito protagonista di una via parallela all’espressionismo, la “via Viennese”, il chitarrista e compositore Paolo Bacchetta nel 2015 pubblicava per Auand questo lavoro introspettivo, suggestivo ed affascinante il cui titolo riporta appunto al mondo dell’arte europea a cavallo del 1900 ed il cui titolo, “Egon”, riconduce appunto al nome del sopracitato Schiele. music-3Entrato nello studio di registrazione con il batterista Nelide Bandello, il bassista Giacomo Papetti ed il fiatista Piero Bittolo Bon, Bacchetta (titolare anche del trio STORYTELLERS con Zeno De Rossi e Giulio Stermieri) ha proposto ai compagni di viaggio alcune “riflessioni” musicali e la bravura ma soprattutto la capacità di creare musica in collettivo hanno fatto il resto, confezionando un’ora di musica che se da un lato ha mantenuto le linee melodiche dall’altro lascia ampio respiro all’improvvisazione, la vera anima della musica afroamericana. Apprezzo sempre il lavoro di composizione e la ricerca di interazione e non so se questa formazione sia ancora oggi attiva: se lo fosse, auguro di avere il maggior numero di occasioni – leggi numero di concerti – per affinare ancor più il livello di interplay ma questa è una riflessione che riguarda un po’ tutto l’ambiente jazzistico italiano che a mio avviso merita la più alta attenzione di stampa (il catalogo AUAND si sfoglia sull’utilissimo e ricco di sorprese sito http://www.ijm.it), promoter e dei festival più prestigiosi. Di questo “Egon’s” mi sono piaciuti in particolare il brano eponimo dal ritmo incalzante e quasi “rock”, l’introspettiva “Harbor” con una bella intro di basso elettrico accompagnata dalle pennellate di Bandello e “Lovers” con l’ipnotico fraseggio della chitarra in dialogo con il sassofono di Bittolo Bon. Sì sono passati un paio d’anni, ma la buona musica non ha data di scadenza. Per fortuna!