ITA Jazzit, Antonino Di Vita (jan.2016)

Un corpus di celebri standard (Bouncing With Bud, My Romance, Naima, Au Privave), eccetto l’originale Nina, un reattivo piano trio dallo swing congenito e una tradizione che si rinnova nella forma senza autocelebrarsi e senza farsi prendere da frenesie iconoclaste. Sono questi gli ingredienti dell’album d’esordio di Domenico Cartago, pianista pugliese che dimostra di saper rileggere la lezione dei grandi protagonisti del jazz emancipandone i tratti attraverso un paying fluente, contraddistinto da una spiccata verve interpretativa.