ITA Musica Jazz, Fabrizio Versienti (jun.2010)

Romano, classe 1983, Diodati arriva al debutto discografico con i suoi Neko, un quartetto di giovani talenti che mette in vetrina soprattutto il tenore di Bigoni (già apprezzato nella Cosmic Band di Petrella). Nove brani originali del leader e una ripresa non banale – So Real di Jeff Buckley – compongono un mosaico d’influenze e di orientamenti molto vario. Diodati è strumentista e leader che non ama prevaricare; predilige anzi suonare insieme al gruppo limitando il discorso solistico, alternando la chitarra elettrica alla classica, passando da un approccio più schiettamente jazzistico come in Kort a uno più aperto, attraversato da bagliori rock e frequenze disturbate. La ritmica, con Baron e Ponticelli (altro componente della Cosmic Band), asseconda con bella scioltezza le diverse direzioni indicate dal leader, arricchendo di qualità un disco che si fa ascoltare con piacere. Un’altra bella produzione dell’etichetta Auand, che pubblica pochi dischi ma coglie sempre nel segno.