ITA Musica Jazz, Fabrizio Versienti (mar.2012)

Doppiato il capo dei dieci anni di attività, la Auand di Marco Valente propone due nuove uscite per il 2012. Cominciamo con il trio torinese Barner Mouse: Fabrizio Rat (pianoforte), Stefano Risso (contrabbasso) e Mattia Barbieri (batteria) sorprendono sia per i suoni che tirano fuori dai rispettivi strumenti, preparati manualmente come il pianoforte di John Cage con l’ausilio di tecniche e oggetti tra i più fantasiosi, sia per la scelta del materiale ovvero il repertorio dei Subsonica, gruppo rock tra i più amati dal pubblico italiano, sia per il risultato del loro trattamento; le canzoni sono irriconoscibili, trasformate dall’interno, affrontate in modo eccentrico, trasfigurate. Gli stessi Subsonica hanno gradito e apprezzato, al punto che il cantante del gruppo Samuel Romano si è fatto coinvolgere nell’operazione e interviene in molti punti del cd a chiosare, accennare o cantare frammenti di brani, i quali, nel confronto con gli originali, guadagnano in eleganza e visionarietà senza perdere in potenza sonora e scintillii elettrici: il pianoforte manipolato sembra a tratti un Fender Rhodes o un sintetizzatore analogico.