ITA musiczoom.it, Vittorio Lo Conte (jan.2018)

L’esordio del chitarrista Francesco Fiorenzani è un album con tante idee eseguito in quintetto con dei musicisti italiani in sintonia con le idee del leader. Achille Succi al sax alto ed al clarinetto basso è piuttosto conosciuto nel panorama musicale nazionale, la ritmica è costituita da Luca Sguera al pianoforte, dal contrabbassista Francesco Ponticelli e da Bernardo Guerra alla batteria. Su A Son Never Forgets c’è la cantante Camilla Battaglia, una cantante jazz ben a suo agio con le sonorità della band. Fin dall’iniziale From Now On Fiorenzoni mette in mostra idee originali, in bilico fra mainstream, poco, e l’avanguardia americana di un Tim Berne. Quello che potrebbe sembrare un tentativo ambizionso riesce alla perfezione, a testimonianza della maturità di scrittura di Fiorenzani, autore di tutte le composizioni, e la sua capacità di gridare il gruppo con autorevolezza. Fra i brani emergono alcuni titoli come Six Degrees of Separation, in cui anche la ritmica svolge un lavoro di tutto rispetto. Major Tom è un brano lento in cui Succi è al clarinetto basso, ricco di poesia, di comunicazione empatica fra i musicisti del gruppo. Il tema, molto riuscito, e l’esecuzione compatta ne fanno uno dei momenti migliori dell’intero disco. Su Madiba’s Wolrd le idee non mancano, ispirato com’è all’Africa, alla fine del brano c’è la sovraincisione di un discorso di Nelson Mandela, insieme all’intervento di Achille Succi al clarinetto basso. Atmosfere suadenti e parole, quelle del leader sudafricano, che invitano alla riflessione. Oslo è una lunga esecuzione, quasi dodici minuti, introdotta dalla chitarra del leader. Qui Succi è al sax alto e si va verso atmosfere più europee che appaiono comunque ricche di energia e spessore grazie agli interventi dei solisti, compreso il leader, che si ritaglia un suo spazio, ottimo il fitto dialogo insieme al pianoforte. La musica del gruppo convince fino alla fine, non lascia mai la presa sull’ascoltatore, ricca com’è di coinvolgimento emotivo e idee moderne.