ITA noteinvista.it, Stefano Dentice (jun.2020)

Un climax etereo, meditativo, volto a creare pathos e suspense allo stesso tempo. Scar Let è la nuova creazione discografica generata dall’interessante chitarrista/compositore Stefano Coppari, coadiuvato da tre valenti partner come Nico Tangherlini (pianoforte), Lorenzo Scipioni (contrabbasso) e Jacopo Ausili (batteria). Sono otto i brani presenti nel CD, quattro nati dall’ispirata vena compositiva del chitarrista (Verde Come, Alt Her Ego, Mojmak e Scar Let), Maine Coon ed Earthbeat di Scipioni, La Mouffe firmato da Johnny Râducanu e Piagura autografato da Tangherlini. Il mood di Verde Come è alquanto ammaliante, soprattutto per il pervasivo playing di Coppari. In Maine Coon il riff è particolarmente contagioso. L’eloquio del chitarrista è fluente, godibile, denso di espressività e supportato dall’incalzante costrutto ritmico cesellato da Tangherlini, Scipioni e Ausili. Piagura è un brano dal tema evocativo. Nico Tangherlini si esprime dando vita a un discorso improvvisativo assai accattivante, ben cadenzato e ottimamente articolato. Il solo di Coppari è intriso di genuina cantabilità e generosa musicalità. Decisamente improntato sul contemporary jazz, Scar Let è un album dal quale traspare una certa maturità di scrittura e una lodevole ricerca di una propria identità stilistica che possa essere subito riconoscibile.