ITA Rumore, Mario Ruggeri (may.2019)

Satoyama: quartetto d’Ivrea che per lungo tempo ha inciso temi musicali per web series e cortometraggi e che oggi dipinge una tela molto strana. un viaggio e un dialogo sonoro, immerso in un’ideale e “bretoniana” foresta magica. Jazz? Prog? Musica Contemporanea? Molto di tutto questo. Ecco, i Satoyama, ad esempio, sono la band che potrebbe sfidare i progetti oltranzisti della Neuro. Portando una luce positiva e narrativa nel mondo della sperimentazione musicale.
Magic Forest è un’esperienza molto vicina a certi passaggi dei primi Genesis, ma anche alla musica di Canterbury. E pure ai velluti notturni di John Coltrane. E l’idea di fondo, che a volte si ammanta di tribalismi, è decisamente intrigante.