ITA Rumore, Nicholas David Altea

Se qualcuno fosse rimasto folgorato dai canadesi Badbadnotgood che riuscivano a unire assieme free jazz, hip hop strumentale (e non) ed elettronica, allora potreste trovare interessante il nuovo progetto di Messina Signorile. Marco Messina (99 Posse) e Mirko Signorile – pianista jazz con carriera ventennale – si uniscono accompagnati dal quartetto di archi Vertere String Quartet. Ne viene fuori un ibrido tra electro jazz, innesti hip hop (Banaba), qualche atmosfera principalmente elettronica e cinematica. E poi le collaborazioni fanno la differenza: da quella con Ursula Rucker su canoni soul/r&b (Breathing) a Erica Mou (Iblis), maggiormente sintetica. Con il rapper Black Cracker, nel brano Dust, si raggiunge il punto più alto del groove, hip hop e jazz convivono in perfetta armonia.