ITA Suono, Daniele Camerlengo (dec.2015)

Nel jazz contemporaneo e tra i personaggi che circuitano in questa dimensione, sicuramente Francesco Diodati è una delle menti creative più brillanti, ha saputo trasdurre nel suo originalissimo chitarrismo floride idee e intenzioni compositive che evidenziano un avvenirismo musicale colto e di rottura. Flow, Home, edito per la Auand Records, è l’album inaugurale del suo nuovo quintetto Yellow Squeeds, composto da Enrico Zanisi al pianoforte, Enrico Morello alla batteria, Glauco Benedetti al bassotuba e Francesco Lento alla tromba. Un dialogo aperto tra le differenti visioni sonore e gli approcci espressivi che ognuno degli interpreti condivide nel loro ritrovo immaginario, uno spazio intimo dove scrivere storie di note. Un percorso che riflette una maturità (seppur tutti i membri della formazione siano di giovane età) e il tentativo di ridurre la scrittura compositiva e il suo movimento all’essenziale. La profondità avvolgente del bassotuba, la dolcezza degli ostinati, le inondazioni chitarristiche, l’astuta giocosità ritmica sono solo parte del cromatismo dell’anima che si respira lungo le nove tracce che compongono questa meraviglia discografica. Sicuramente siamo di fronte a una di quelle formazioni che favorirà un accrescimento simbolico nei confronti di un genere musicale che stupisce e affascina sempre più queste straordinarie nuove generazioni.