ITA Venerdi di Repubblica, Enzo Siciliano (mar.2004)

Pare cammini su un terreno scosceso e saltelli allegro e preoccupato per i passi che fa. Questo, nell’album Auand, è quel che compie il sax di Binney mentre la batteria di Hirshfield gli srotola sotto un tappetino sonoro sofisticato e accidentato. I temi che il duo suona sono per lo più di Binney e hanno un bell’aroma swing, anche quando Binney li imbeve di dilatazioni elettroniche con qualche ricordo di Phil Glass.