ITA suoniestrumenti.it, Roberto Valentino (may.2014)

Tromba, sassofoni, basso elettrico e batteria è l’organico strumentale di base adottato da un quartetto che si è dato il nome di poLo e che ruota attorno al sassofonista torinese Paolo Porta (tenore, soprano e flauto) e al bassista veneto Andrea Lombardini, quest’ultimo già ideatore di altre interessanti formazioni. Accanto a loro si ascoltano in Pleasures (Auand Records) il trombettista brasiliano Gileno Santana (che suona anche flicorno e trombone) e il batterista tedesco Jonas Burgwinkel.
Il materiale dell’album è tutto originale (sei le composizioni di Porta, tre quelle a firma di Lombardini) e lascia intravedere influssi ispirativi differenti. Il terreno espressivo calpestato dal quartetto è, infatti, quello di un jazz contemporaneo che non esclude riferimenti al mondo del rock, quantomeno in termini di coesione collettiva e di impatto energetico. La pronuncia strumentale è tuttavia squisitamente jazzistica: i due fiati si dividono con equilibrio le parti solistiche, mentre i due ritmi creano fitte e dinamiche tessiture, con il basso di Lombardini che assume anche un ruolo armonico.
Un buon esordio, dunque, per un gruppo che non dovrebbe mancare di offrire in futuro prove ancora più stimolanti.