MusicaJazz Archivi

AU9080

FRONT / BACK

Francesco Diodati, Yellow Squeeds “NEVER THE SAME”

RELEASE:
STREET Jan 25, 2019
DIGITAL Jan 25, 2019

Francesco Diodati guitar
Francesco Lento trumpet
Enrico Zanisi piano, Fender Rhodes, synths
Glauco Benedetti tuba, valve trombone, flute
Enrico Morello drums, gongs

Produced by Francesco Diodati, Marco Valente
Executive Producer: Marco Valente
Recorded at Groove Farm, Roma – Italy
Engineer: Stefano Del Vecchio, Roberto Lioli
Cover Photo: Sara Bernabucci

AU5002

FRONT / BACK

Mirko Signorile “TRIO TRIP”

RELEASE:
STREET Oct 12, 2018
DIGITAL Oct 12, 2018

Mirko Signorile piano, synth
Francesco Ponticelli double bass, bass
Enrico Morello drums

Produced by Mirko Signorile
Executive Producer: Marco Valente
Recorded at Sorriso Studio
Engineer: Tommy Cavalieri
Cover Design: Segni&Disegni

I Sudoku Killer di Caterina Palazzi sbarcano in casa Auand, generando un connubio perfetto con questo quartetto italiano capitanato dalla contrabbassista romana che non smette di stupire. Finalmente nel panorama italiano appare un disco rabbioso e ansioso di non fare prigionieri, che grida quello che c’è e che dovrebbe esserci, facendo del suono la metonimia dell’esistere, divisa tra rabbia e dolcezza. Palazzi ha raggiunto ormai una vena compositiva personale e raffinata, che si pone come naturale evoluzione del precedente album. La sostituzione di Danielle Di Majo con Raia contribuisce sicuramente a ispessire il suono della band. Ancillotto prosegue nella ricerca di una personale visione della chitarra – non chitarra mentre Chiavaro fa sfoggio di un drumming bifronte, tra i Jazz Messangers e i Green Day.
Non ci si aspetterà dunque un risultato morbido: è ferino ma allo stesso tempo accattivante e porta l’ascoltatore a ripercorrere tutto ancora e ancora, trasportato dal grande peso emotivo del suono. Forse proprio questo è il jazz contemporaneo, che rifiuta lo stile cogliendo l’essenza emotiva della tradizione e del presente.

Questo lavoro d’esordio dei Luz può essere paragonato a uno di quei coltellini svizzeri in cui si trova di tutto, e tutto funziona a dovere. Tra i brani si miscelano sperimentazione, hard blues, psichedelia, rock, improvvisazione e passione per l’essenza cangiante del timbro. La presenza della violoncellista Tomeka Reid (già attiva con Braxton, Dee Alexander e Nicole Mitchell) impreziosisce la scrittura piacevolmente delirante di Ancillotto e Legari e il drumming ricco di sfumature di Leo.
Lo illustrano brani emozionanti quali Frate Mitra, dove gli echi di Ribot si dimostrano pienamente interiorizzati, oppure la continua ricerca di Zdenek #1, ricchissima di virate zappiane e infinite declinazioni timbriche. Non si può tralasciare il brano Polemonta, intriso di una forza mediterranea priva di ogni maniera. D’altronde la parola grecanico-salentina “polemonta” può voler dire “lavorando” o “combattendo”: assolutamente calzante.

Una bella conferma nel panorama jazzisti italiano. In questa nuova uscita discografica da leader, dopo l’ottimo “Lightwalls” d’esordio (del 2009, con Ares Tavolazzi al contrabbasso), Graziano si affaccia con autorevolezza sulla scena jazz internazionale con un quintetto d’eccezione dove spiccano i newyorkesi Binney e Speed, tra i più originali interpreti del sassofono contemporaneo.
E’ un concept album che rivela una struttura formale a spirale, figura ricorrente nelle articolate melodie delle composizioni e negli arrangiamenti del leader, che si espandono in progressive mutazioni e riservano all’ascolto continue sorprese. Graziano si esprime ad alti livelli soprattutto nella composizione, con una scrittura complessa e allo stesso tempo di grande lirismo, riservando ai solisti un terreno assai fertile per l’improvvisazione. Di certo è una delle migliori uscite discografiche di questa prima metà anno e meriterebbe un riconoscimento anche al di fuori dai confini nazionali.

AU9064

FRONT / BACK

Frank Martino  “REVERT”

RELEASE:
STREET Nov 18, 2016
DIGITAL Nov 18, 2016

Frank Martino guitar, producing, live electronics
Claudio Vignali piano, live electronics
Stefano Dallaporta
double bass, electric bass
Diego Pozzan drums

guest producer
Bjursta on #8

Produced by Frank Martino
Executive Producer: Marco Valente
Recording: True Colours Studio, Padova – Italy
Engineer: Mauro Santinello
Cover Photo: Astrid Bigoni

AU9049

FRONT / BACK

Caterina Palazzi, Sudoku Killer “INFANTICIDE”

RELEASE:
STREET Jan 26, 2015
DIGITAL Jan 26, 2015

Antonio Raia tenor sax
Giacomo Ancillotto guitar
Caterina Palazzi double bass
Maurizio Chiavaro drums

Produced by Sudoku Killer
Executive Producer: Marco Valente
Recording: Riff Raff Studios, Trevignano (TV) – Italy
Engineer: Raimondo Mosci
Cover Photo: Michele Palazzi

AU9039

FRONT / BACK

LUZ “POLEMONTA”

RELEASE:
STREET Mar 28, 2014
DIGITAL Feb 21, 2014

Giacomo Ancillotto guitar
Tomeka Reid cello
Igor Legari double bass
Federico Leo drums

Produced by LUZ
Executive Producer: Marco Valente
Recording: Entropya Studio, Perugia Italy
Engineer: Roberto Lioli
Cover Photo: Leonardo Ancillotto

AU9033

FRONT / BACK

Simone Graziano “FRONTAL”

RELEASE:
STREET May 20, 2013
DIGITAL May 20, 2013

David Binney alto sax
Chris Speed tenor sax
Simone Graziano piano
Gabriele Evangelista double bass
Stefano Tamborrino drums


Produced by Simone Graziano
Executive Producer: Marco Valente
Recording: Artesuono Recording Studio, Cavalicchio (UD) Italy
Engineer: Stefano Amerio
Cover Photo: Miguel Saavedra

AU9019

FRONT / BACK

Swallow / Talmor / Nussbaum “PLAYING IN TRAFFIC”

RELEASED ON NOVEMBER 2009

Ohad Talmor tenor sax
Steve Swallow electric bass
Adam Nussbaum drums

Produced by Swallow, Talmor, Nussbaum
Executive Producer: Marco Valente
Recording live at Xopana Jazz Funchal, Madeira Island, September 2009 and at New Paltz, New York, April 2009
Engineer: Luis Nuñes (Madeira), Jay Anderson (New York)
Cover Photo: Umberto Germinale